I tatuaggi renderebbero le donne meno desiderabili

Un sondaggio mostra come gli uomini gradiscano poco i corpi femminili disegnati

I tatuaggi ormai sono stati sdoganati nella visione popolare passando da segni di emarginazione adatti solo a carcerati, marinai e donne di malaffare a decorazioni per il corpo socialmente accettabili.

Tatuaggi e DonnePrima degli anni ‘60-’70 era difficilissimo vedere una donna tatuata mentre oggi moltissime sono le ragazze che decidono di ornare i propri corpi con disegni di ogni tipo e ogni decennio ha le sue mode predominanti. Il tabù del corpo femminile tatuato sembra quindi ormai un lontano ricordo. E ince no!

Un sondaggio commissionato dalla ECigaretteDirect ha esaminato 500 cittadini della Gran Bretagna che si sono prestati chiedendo loro quali sono i fattori che spengono il desiderio e l’attrazione quando incontrano una persona dell’altro sesso.

Gli uomini hanno risposto per il 37% che ciò che più toglie fascino a una donna sono i tatuaggi seguiti dall’ alito cattivo. Molte donne desiderano farsi tatuaggi e li considerano belli, ma gli uomini lo considerano poco attraenti: poco femminili e appariscenti” spiega un responsabile di ECigaretteDirect.

In barba a questi risultati i dati provenienti dagli Usa ci dicono che le percentuali di tatuati sono in continuo aumento, infatti, 4 adulti su 10 hanno almeno un tattoo e nel 2012 il numero di donne che si è fatta tatuare ha superato quello degli uomini.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*