Prima volta per la somministrazione autorizzata per un vaccino anti-malarico

Il nuovo vaccino si chiama Mosquirix, è stato sviluppato dalla GlaxoSmithKline e ha avuto l’ok dall’ Agenzia Europea dei Farmaci

Ogni 60 secondi circa un bambino muore di malaria, circa 8mila a settimana, un numero enorme di vittime innocenti, provenienti per il 90% dai paesi africani. Molti dei soggetti infettati inoltre hanno età inferiori ai 5 anni. Un epidemia che ogni anno raggiunge le 600mila vittime e che ha sui media un risalto nettamente inferiore rispetto ad altre emergenze sanitarie, come l’ebola; forse per questo motivo per molto tempo la malaria è stata ignorata e non è stato fatto niente per debellarla.

Qaurtier Generale GlaxoSmithKlineDa oggi però le popolazioni africane potranno avere una speranza di vita maggiore grazie al vaccino anti-malarico Mosquirix, sviluppato dalla GlaxoSmithKline, che ha avuto l’autorizzazione dell’Agenzia Europea dei Farmaci (Ema). Questo primo vaccino contro la malaria ha superato anche i test di sicurezza per avere l’autorizzazione ad essere somministrato a minori dai 6 ai 17 anni, anche al di fuori della Comunità Europea.

Dopo il riconoscimento a livello europeo, il vaccino è ora in attesa che si pronunci positivamente l’ Organizzazione Mondiale della Sanità, che darà il suo parere entro la fine del 2015. L’utilizzo del vaccino deve infatti essere autorizzato nei paesi dove l’epidemia miete più vittime, ma questa autorizzazione potrebbe non avvenire prima del 2017.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*