Stop all’ evasione Fiscale: il caso Smartbox

La società francese Smartbox opera in Italia e in molti altri paesi Europei mantenendo la sua sede fiscale in Irlanda, uno stato che si comporta in modo piuttosto ‘delicato’ con i regimi di tassazione. In Irlanda hanno sede società come Apple e Google, colossi statunitensi che noi tutti conosciamo. Poco importa ai nostri fini, in quanto le società possono spostare la loro sede fiscale dove desiderano, ma sono obbligate a pagare una tassazione equa quando vendono i loro prodotti nei paesi europei, rispettando la legislatura operante nei singoli Stati.

Così sembra non sia stato per Smartbox, in quanto la società avrebbe evaso il fisco italiano per ben 100 milioni di euro. Se il caso risultasse vero, la cifra deve essere assolutamente recuperata, in nome non solo della necessità dello Stato, ma per evitare di prendere in giro il popolo, che ogni giorno si vede tassato a dismisura da un sistema soffocante e talvolta ingiusto.

Il recupero dei denari evasi da Smartbox può aiutare l’opinione pubblica ad avere fiducia nei governi e nel loro operato, ma può soprattutto dare il via ad un regime di tassazione più equo per le persone normali e per tutti coloro che lavorano in una piccola o media impresa.

Il messaggio che può ‘passare’ da un recupero così clamoroso interessa inoltre il prosieguo del pagamento delle tasse. Il ragionamento diventa molto logico, in quanto se questo fatto fosse vero e non venisse punito, poche sarebbero le persone che continuerebbero a pagare le tasse come se niente fosse. E’ importante che lo Stato e gli enti preposti facciano chiarezza sulla situazione, innanzitutto denunciando il fatto se fosse vero e applicando una manovra che permetta di recuperare i soldi sottratti.

Solo in questo modo l’opinione pubblica continuerebbe a pagare le tasse, forte di enti e di istituzioni che non lasciano passare inosservati episodi così gravi ed eclatanti. Se lo Stato non fa nulla la fiducia dei cittadini può crollare e il caso Smartbox rappresenta una piccola goccia nell’oceano dei casi che ogni giorno viviamo nel nostro paese.

Uniti possiamo attuare un’azione di informazione e di sensibilizzazione pubblica sull’argomento, firmando la petizione presente sul sito activism.com. Questa petizione chiede alle istituzioni di fare chiarezza sull’argomento, in nome di un ‘PAESE PIU’ EQUO E GIUSTO‘.

La raccolta firme per l'evasione fiscale Smartbox

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*