Un carrello saliscale per evitare problemi alla schiena

Il mal di schiena è un problema frequentissimo, che colpisce l’80% della popolazione almeno una volta nella vita. Sono vari i fattori che portano all’insorgenza del mal di schiena o ad  infiammazioni nella zona lombare.

Il mal di schiena può essere suddiviso in 3 macro categorie a seconda delle cause che lo scatenano:

  • Meccanico: nel mal di schiena meccanico rientrano l’ernia al disco o la protrusione discale ( ovvero quando una parte del disco invertebrale si sposta ed esce dall’asse). Sono problematiche che si presentano generalmente tra i 35 e i 55 anni.
  • Posturale: è il mal di schiena causato da continue e ripetitive posizioni e posture sbagliate. Può influire nell’insorgenza di tale tipologia di mal di schiena la posizione che si assume per tante ore durante il lavoro, gli sforzi a cui la schiena viene sottoposta.
  • Psicologica: il mal di schiena è solo una conseguenza di un disturbo di stress, o di ansia. In questo caso il paziente viene indirizzato verso un percorso di psicoterapia.

In questo articolo vogliamo trattare il mal di schiena di tipo posturale e parlarvi di una soluzione che sempre più spesso viene adottata nel mondo del lavoro, soprattutto nel settore del trasporto merci, per evitare il manifestarsi di tale disturbo: il carrello saliscale.

Il carrello saliscale che ti salva la schiena

mal di schienaTrasportare merci, si sa, è un lavoro pesante e che quasi inevitabilmente porta all’insorgere di problemi fisici, per lo più infiammazioni muscolari, lombalgie, strappi ed infortuni.  Ogni giorno sollevando pesi e carichi di grosse dimensioni si sforza la schiena, facendole assumere posture e posizioni errate, che rischiano di causare, nel lungo periodo, non pochi danni.

Ma esiste un modo per salvarsi per la schiena? Sì, continua a leggere!

Una delle soluzioni che sta avendo maggiore successo è l’adozione, da parte delle aziende,  di un valido aiuto nel trasporto: il carrello saliscale.

Il carrello saliscale è un carrello che grazie ad un sistema elettrico sale e scende la scale senza che l’operatore faccia inutili sforzi. Si riescono a movimentare  carichi di grosse dimensioni e di portata fino ad un massimo di 250 kg.

Ma cos’ha di così straordinario un carrello saliscale? La vera rivoluzione, che permetterà al lavoratore di non incappare nel fastidioso mal di schiena posturale, sta nel fatto che i carrelli saliscale vengono manovrati in posizione eretta, favorendo la naturale ergonomia della schiena.

Un carrello saliscale elettrico è gestibile da un solo operatore che non dovrà più sforzare la zona lombare per spingere carichi pesanti, o tirare il carico per salire le scale. Il carrello saliscale deve solo essere accompagnato perché la fatica la deve fare lui, non il lavoratore!

Sempre più datori di lavoro si sono resi conto di questa problematica e sono corsi ai ripari dotando la loro azienda di questi mezzi. Non solo i carrelli saliscale, ma anche transpallet e muletti sono ottimi aiuti per evitare infortuni e problemi di salute.

Se il mal di schiena non viene curato, o non vengono cambiate le abitudini sbagliate che lo hanno causato, può diventare cronico e portare il lavoratore ad avere una vera e propria invalidità.

Il datore di lavoro in questo modo salvaguarda  non solo i propri operai ma anche l’efficienza della propria azienda: operai più sani, più forti, un clima lavorativo migliore e più fatturato. Si sa, se un lavoratore si sente tutelato e protetto sarà portato a dare sempre il massimo!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

*